Sampdoria, senti Giampaolo: “Quagliarella in Nazionale? No grazie”

Sampdoria, Marco Giampaolo non crede sia corretto convocare Quagliarella in Nazionale solo per un piccolo contentino temporaneo

Quagliarella in Nazionale? Fabio non ha bisogno di un contentino, a quell’età va a caccia di risultati importanti, la convocazione va contestualizzata. Se Mancini ne ha bisogno lo convoca. Fabio ha i numeri per farsi rispettare perché fa gol, se pensa che può essere utile lo convochi. E’ stato sfortunato perché questo doveva essere l’anno degli Europei“. Così il tecnico della Sampdoria, Marco Giampaolo, sulla convocazione dell’attaccante campano in azzurro. Ospite di ‘Radio anch’io Sport’ su Rai Radio1, il tecnico doriano parla dell’impresa del suo attaccante che contro l’Udinese ha eguagliato il record di segnature consecutive allungando la striscia a 11 partite.

LaPresse/Tano Pecoraro

Va considerata l’impresa, in Italia non è semplice andare in gol con questa continuità, è difficilissimo. Fabio ha una età in cui ha accumulato tantissima esperienza e sa gestire le cose, è benvoluto a Genova e tutti ne riconoscono le qualità. Lui è bravissimo anche nelle piccole cose, nello smarcamento, come riesce sempre a trovare la posizione del corpo più idonea in funzione della porta. E’ scrupoloso quando batte i rigori, cura bene il suo mestiere cose a cui si arriva in tarda età”. “Quagliarella non salta un allenamento, si allena sempre con entusiasmo. Nelle vacanze natalizie ha lavorato, sa curare il suo fisico. Non si combatte contro la carta di identità ma adesso sta bene, Fabio parla poco e corre tanto impreziosendo le sue partite con gol d’autore“, conclude il mister. (Int/AdnKronos)