valentino rossi

Il pesarese è stato battuto nel MasterShow da Tony Cairoli, riuscito a sorprendere il Dottore proprio nella prova conclusiva del Monza Rally 2018

Settima vittoria per Valentino Rossi nel Monza Rally Show, il pilota pesarese si è preso anche l’edizione 2018 senza dare la possibilità ai propri avversari di mettergli i bastoni tra le ruote.

Anche il professionista Suninen ha dovuto alzare bandiera bianca, cedendo allo strapotere del Dottore senza potersi opporre. L’unico neo di Rossi di un week-end perfetto è stata la sconfitta nel MasterShow conclusivo, dove ad avere la meglio è stato Tony Cairoli: “durante gli anni in questo rally mi sono confrontato con quasi tutti i più forti: Loeb, Sordo, Neuville, Mikkelsen. Quest’anno c’era Suninen e siamo stati veloci. Però secondo me la macchina l’abbiamo portata a limite per il Monza Rally Show” le parole di Valentino Rossi a Motorsport.com. “Farlo in un rally vero, sulle strade e in mezzo agli alberi è un po’ diverso.

Antonio Cairoli Siamo riusciti a battere Suninen, poi Cairoli in finale è andato fortissimo e non ce l’abbiamo fatta. Ma va bene lo stesso, perché per noi l’importante era il rally. Tony nascosto nelle qualifiche? Grande, è stato uno stratega. Però è stata bella, perché siamo arrivati vicini. 1-1 dai, così son tutti contenti. Non l’ho lasciato vincere, ci ho provato. Ero andato molto veloce ed ero riuscito a battere Suninen, in finale poi ce l’ho messa tutta, però è andato più forte Cairoli, che è migliorato di tre o quattro secondi rispetto alle qualifiche. In futuro sarebbe bellissimo che ci fossero i piloti veri del Mondiale, ma anche uscire dal parco ed andare sullo sterrato. Ma anche fare delle stage vere su strada, perché qui alla fine siamo sempre sul circuito. Se avessi una macchina del tempo? Mi piacerebbe di più andare nel passato, perché magari avrei un’altra decina d’anni per correre, che è la cosa che mi piace di più. Il futuro lasciamolo perdere…“.

Valuta questo articolo

Rating: 3.4/5. From 5 votes.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE