LaPresse/Reuters

Toni Nadal spezza una lancia a favore del nuovo forma di Coppa Davis: lo zio di Rafa fa i complimenti a Gerard Piquè per le novità introdotte

La Coppa Davis del 2019 sarà la prima targata Kosmos, azienda che vede Gerard Piquè fra i principali azionisti. Il nuovo format proposto dal difensore del Barcellona non ha entusiasmato i giocatori: partite da giocare tutte a Madrid, in stile Coppa del Mondo di calcio; match da giocare a novembre, quando la stagione tennistica è ormai finita e i giocatori vorrebbero riposare; match giocati al meglio dei 3 set, in barba alla tradizione. Modifiche e novità che hanno suscitato grande malcontento nei giocatori. Diversi top player infatti, non hanno fatto mistero del loro malcontento, annunciando la propria assenza.

Eppure, a qualcuno il nuovo format piace. Complimenti importanti sono arrivati da Toni Nadal, zio di Rafa, che ha applaudito le modifiche apportate all’edizione 2019: “mi è sempre piaciuta la vecchia Coppa Davis, ho grandi ricordi a Madrid, Barcellona e Siviglia. Ma oggi è irrealizzabile , perché il calendario impedisce ai giocatori migliori di giocare con continuità questa manifestazione. Proprio per questo, penso sia ottimo il lavoro di Piqué. Ha provato ad apportare un cambiamento significativo ed ha creato una bella competizione per le nazionali. Spero che riuscirà a fare molto bene”.