LaPresse/Xinhua

Allen Iverson dice la sua sul paragone LeBron James-Michael Jordan: il primo è il miglior giocatore della sua generazione, il secondo è ‘Dio su un campo da basket’

Una delle discussioni più accese riguardanti l’NBA riguarda, come spesso accade negli sport, chi sia il G.O.A.T, il miglior giocatore della storia. A contendersi questo incredibile riconoscimento sono solo in due: Michael Jordan, l’icona del basket passato; LeBron James, l’icona del basket moderno. Una discussione che rischia di non trovare mai una conclusione univoca, ma in merito alla quale tutti vogliono dire la propria opinione. L’ultimo è stato Allen Iverson che, ai microfoni di The Players Tribune ha spiegato: “Jordan sarà sempre il migliore e per favore non insultatemi facendomi vedere statistiche per farmi cambiare idea. Prima di tutto, adoro LeBron, non ho altro che stima per LeBron, è il miglior giocatore della sua generazione, uno dei migliori di sempre, un grande marito, un grande padre, un grande modello da seguire e ha anche costruito una scuola ad Akron. È una cosa bellissima. Ma ragazzi. Stiamo parlando di Mike. Stiamo parlando di Mike ok? Stiamo parlando di Dio su un campo da basket”.