club italia crai

La formazione azzurra regalano una prestazione convincente, che tuttavia non basta per portare a casa il bottino pieno

La penultima partita dell’anno della Samsung Volley Cup porta in dote al Club Italia CRAI un punto conquistato al tie break sul campo di Chieri: 3-2 il finale (19-25, 25-19, 23-25, 25-22, 19-17). Una partita combattutissima che ha visto le azzurrine protagoniste di una bella prova di carattere e di un bel gioco.
CRONACA – Parte fortissimo il Club Italia CRAI che con un efficacissimo turno di battuta di Populini piazza un break di 6-0. Il tecnico Secchi chiama il time out e riesce a cambiare l’inerzia del primo set. Chieri si riporta sul pari (8-8) ed è l’allenatore federale Massimo Bellano a fermare il tempo. La gara viaggia sul filo dell’equilibrio ma è il Club Italia CRAI a mettere in campo maggiore determinazione ed efficacia e le azzurrine riprendono in mano il filo del gioco portandosi sul +6 (13-19). Timida la reazione delle piemontesi e le azzurrine possono chiudere agevolmente la prima frazione di gioco a proprio favore 19-25.
Il secondo set si apre sul filo dell’equilibrio (4-4). Tre errori del Club Italia CRAI agevolano l’allungo delle pimontesi (6-4) ma le ragazze della formazione federale non lasciano spazio alle avversarie e pareggiano i conti (7-7). La gara torna in equilibrio ma è Chieri ad allungare il passo e a condurre il gioco +4 (20-16). Timida la reazione delle azzurrine e le padrone di casa possono chiudere senza patemi con un ace di Silva (25-19).
Nel terzo set le padrone di casa partono col piede giusto e si portano avanti (7-4) inducendo coach Bellano al time out. L’inerzia non cambia e le piemontesi si spingono sul +5 (12-7). Il secondo stop al gioco richiesto dal tecnico federale sortisce l’effetto sperato e le azzurrine si rifanno sotto e pareggiano i conti (15-15) sfruttando l’inerzia degli ace di Populini e Lubian e l’efficacia in attacco di Omoruyi e Sylvia Nwakalor. Pronta la risposta delle padrone di casa e la gara procede punto a punto. E’ un videocheck chiamato dalla panchina del Club Italia ad assegnare il 23° punto a favore delle azzurrine (22-23). E’ Sarah Fahr a chiudere il set con un muro (23-25)
Sin dall’avvio il quarto set è combattutissimo. Fino al 6-6 si procede in un equilibrio quasi perfetto tra le due formazioni. Sono le piemontesi a tentare di portare la partita fino al 5° set allungando fino al +4 (15-11). Due muri vincenti di Fahr e l’efficacia in attacco di Populini riportano le azzurrine a un’incollatura (15-14). Chieri non vuole lasciare l’intera posta in palio alle ospiti e con determinazione torna in vantaggio e chiude il set (25-22) a proprio favore portando la partita al tiebreak.
Nel quinto e decisivo set le due formazioni entrano in campo con grinta e si procede punto a punto sul filo dell’equilibrio con scambi lunghissimi dall’una e dall’altra parte. E’ Chieri a portarsi avanti allungando sul +2 (10-8). Ma pronta ed efficace la reazione delle azzurrine che pareggiano i conti con un bel muro (10-10) e costringono le avversarie a lottare pallone dopo pallone. Il quinto set sembra interminabile un videocheck stabilisce che il pallonetto di Populini è in campo e il Club Italia passa in vantaggio (13-14). Si procede in equilibrio fino al finale di quinto set firmato da Silva che sigla i due punti decisivi della serata (19-17).
MASSIMO BELLANO: “In termini generali è stata una partita nella quale siamo riusciti a sviluppare bene il gioco nella fase di cambio palla; siamo stati invece deficitari nei fondamentali di battuta e difesa. Diamo troppa responsabilità al muro invece di andare in cerca della palla e dell’attaccante. Nonostante le nostre percentuali fossero buone in alcuni momenti le quelle di Chieri erano migliori per meriti loro e perché non siamo stati abbastanza incisivi. Nel numero di errori e di ingenuità commesse le due squadre sono state equivalenti. Loro hanno preso qualche palla in più in difesa e questo ha fatto la differenza. Questa è una delle partite della stagione dove usciamo dal campo senza grandi rimpianti. Abbiamo perso per errori tecnici, per la bravura di Chieri ma non perché non siamo stati sul pezzo”.
REALE MUTUA FENERA CHIERI-CLUB ITALIA CRAI 3-2
(19-25, 25-19, 23-25, 25-22, 19-17)
REALE MUTUA FENERA CHIERI: Perinelli 17, Middelborn 11, De Lellis, Aliyeva 5, Akrari 13, Silva 21; Bresciani (L), Caforio, Dapic 3, Scacchetti 2, Tonello, Angelina 7. Ne: Barysevic. All. Secchi.
CLUB ITALIA CRAI: Populini 17, Lubian 12, Morello, Omoruyi 16, Fahr 13, S. Nwakalor 19; De Bortoli (L), Battista, Malual 3, Kone 1, Scola. Ne: Bassi, Pietrini, Panetoni, L. Nwakalor, Trampus. All. Bellano
ARBITRI: Armando Simbari e Alessandro Rossi
DURATA SET: 24’, 24’, 31’, 28’, 26’.
REALE MUTUA FENERA CHIERI: a 7, bs 13, mv 9, et 27
CLUB ITALIA CRAI: a 5, bs 17, mv 16, et 32