Nainggolan
Miguel MEDINA / AFP

Radja Nainggolan alle prese con un caso di contraffazione che lo vede protagonista, un assegno destinato al Casinò di Montecarlo è stato clonato ed incassato

Radja Nainggolan è stato protagonista di una truffa da 150mila euro, legata al suo vizio per il gioco d’azzardo. Il calciatore dell’Inter, secondo la ricostruzione de La Stampa, avrebbe sporto denuncia ai carabinieri di Milano a seguito della clonazione di un assegno da 150mila euro da parte di una banda di malviventi laziale. Tale assegno era destinato al Casinò di Montecarlo, utile a coprire una grossa perdita da parte di Nainggolan un uno dei suoi blitz nel Principato. Tale assegno clonato è stato incassato nel Lazio ed i malviventi sono stati ripresi col bottino, gli inquirenti indagano sull’accaduto.