LaPresse/Photo4

Il pesarese ha parlato dopo la seconda giornata di Prove al Monza Rally Show, svelando un retroscena relativo alla Speciale Grand Prix 1

Valentino Rossi non ha praticamente rivali al Monza Rally Show, il pilota pesarese ha vinto tutte le Prove Speciali in programma ottenendo un vantaggio siderale su Suninen. La superiorità della sua Ford Fiesta WRC Plus è risultata davvero impressionante, anche se non sono mancati i momenti di pathos.

Il Dottore infatti ha rivelato ai microfoni di Motorsport.com di essere stato tamponato nel corso della Speciale Grand Prix 1, cavandosela senza rotture: “sono molto contento, perché la macchina è fantastica e mi sto divertendo molto. Mi sono subito trovato bene e siamo veloci. E’ stata una bella giornata. Ho spinto subito al massimo perché vorrei portare al limite la vettura. Dà proprio un gran gusto questa macchina. Nella Speciale Grand Prix 1 ho avuto un problema perché Spinelli mi ha tamponato alla prima variante ma mi è andata bene perché si è piegata la marmitta ma non ho perso prestazione, sono comunque riuscito a fare un ottimo tempo. Il problema di domani è che iniziamo subito con la prova Grand Prix che è quella più impegnativa, non è prestissimo ma dovrò cercare di essere sveglio. Poi ci sarà il Masters Show, sarà una bella giornata e poi c’è la lotta tra Uccio e Brivio“.

valentino rossiValentino Rossi si è poi soffermato sulle lamentele di Cairoli, che ha sottolineato come non ci sia competizione vista la superiorità della macchina del Dottore: “sicuramente con le WRC normali ci sarebbe stata più lotta, avrei lottato con lui, con i più forti. Bonanomi, D’Aste, Perico, ecc… Però era da tanto che correvo con le WRC 1.6, ho vinto tante volte e sinceramente avevo bisogno di una motivazione in più ed è per questo che corriamo con le WRC Plus. Spero che l’anno prossimo anche gli avversari possano prenderle, così ci divertiamo. Speriamo davvero ce ne siano più di 4. Ho preso queste macchine perché sono un grande appassionato di rally e queste vetture Plus sono come le ‘Gruppo B’ degli anni 80. Non so cosa succederà in futuro al Rally di Monza, non so se ci sarà un’altra opportunità di provare le Plus. Quest’anno c’era l’occasione e lo abbiamo fatto. Inoltre il team con cui corro, la M-Sport, non ha più le vetture con cui corre Cairoli perché è un team ufficiale del WRC e corre con le Plus. Mi trovo bene con questo team e poi ho sempre detto che quando smetterò con le moto mi piacerebbe correre con le macchine. E quindi sarebbe bello fare qualche rally, così faccio un po’ d’esperienza. Mi piacerebbe tornare a sfidare Dovizioso qui a Monza perché va forte e anche Pasini perché l’anno scorso ha fatto dei bei tempi, in passato abbiamo avuto Lorenzo, De Angelis. I motociclisti sono attratti da questa gara“.

LEGGI ANCHE:

MONZA RALLY SHOW, LE FOTO DELL’AUTO TAMPONATA DI ROSSI