AFP/LaPresse

Il giocatore del Barcellona ha parlato dell’addio di Ronaldo al Real Madrid, soffermandosi anche sul proprio rapporto con Guardiola

L’addio di Cristiano Ronaldo alla Liga ha pesato in un certo qual modo anche per Leo Messi, costretto a vedere sfumare quel duello a distanza che ha caratterizzato per molti anni il campionato spagnolo.

Mauro Locatelli/Laresse

La partenza di CR7 con destinazione Juventus ha spostato gli equilibri, inducendo la Pulce ad ammettere di aver perso qualcosa: “essere nello stesso campionato e cercare di vincere ognuno con la sua squadra era molto bello, Cristiano è stato un grande giocatore per la Liga e per il Real Madrid. Quei duelli sono stati molto belli, ma io punto sempre a vincere con la mia squadra” le parole di Messi a Marca. “Cristiano mancherebbe a qualsiasi squadra perchè segna sempre molti gol e ti dà molte altre cose in campo, ma il Real Madrid è comunque un grande club con ottimi giocatori. La Juventus è una squadra molto forte, lo era già prima e con l’arrivo di Cristiano lo è molto di più. È una grande candidata alla vittoria della Champions League“. Leo Messi poi si è soffermato a parlare anche del suo rapporto con Guardiola: “mi piacerebbe lavorare ancora con Guardiola, è uno dei migliori allenatori al mondo. Ecco perché mi piacerebbe, ma lo vedo complicato. Come abbiamo detto all’inizio della stagione, la Champions è sempre speciale per ciò che significa e vorremmo vincerla di nuovo. Abbiamo questa illusione“.