Lautaro Martinez
Spada/LaPresse

Un gol di Lautaro Martinez permette all’Inter di battere il Napoli e portarsi a meno cinque in classifica, gli azzurri finiscono in nove dopo le espulsioni di Koulibaly e Insigne

La spunta l’Inter, al termine di una partita pazza e spettacolare, terminata con due espulsi e un finale accesissimo. Il Napoli esce sconfitto da San Siro, perdendo la possibilità di avvicinarsi alla Juventus, fermata sul pari a Bergamo dall’Atalanta.

Spada/LaPresse

Tre punti importantissimi per i nerazzurri, che ringraziano Lautaro Martinez per la zampata nel recupero che vale un successo davvero fondamentale. Sono cinque le lunghezze che separano la formazione di Ancelotti da quella di Spalletti, fortunata pochi minuti prima del gol a salvarsi sulla conclusione di Zielinski. Pericolo evitato e gol… segnato, con un sinistro preciso dell’attaccante argentino che non lascia scampo a Meret. Una prestazione consistente quella di Icardi e compagni, aiutati comunque anche dall’espulsione di Koulibaly, sciocco ad applaudire l’arbitro dopo un’ammonizione. Il senegalese si guadagna uno stupido rosso, lasciando la propria squadra in dieci uomini negli ultimi dieci minuti della gara. Insigne poi completa il quadro, facendosi espellere anche lui poco prima del triplice fischio per alcune scaramucce con Keita.

Spada/LaPresse

Oltre il danno anche la beffa per Ancelotti, costretto a perdere non solo la partita ma anche due uomini fondamentali in vista della prossima gara. Sorride invece Luciano Spalletti, che azzecca i cambi nel finale e si guadagna le prime pagine dei giornali di domani: la sua Inter sa vincer e soffrire, il secondo posto non è più un miraggio.