Photo4/LaPresse

Il team principal della Racing Point ha parlato della sua decisione di non abbandonare la squadra nonostante il periodo di incertezza

Avrebbe potuto lasciare la Force India in qualsiasi momento, sfruttando il momento di incertezza relativo al passaggio della scuderia da Vijay Mallya a Lawrence Stroll.

Photo4 / LaPresse

Otmar Szafnauer non ha voluto però sentire ragioni, rimanendo in sella e trascinando la squadra verso acque più sicure: “sarebbe stato difficile per me dire a tutti ‘dobbiamo restare uniti’ e poi prendere e andarmenesarebbe stato molto ipocrita. Non ho mai avuto il pensiero di andare da qualche altra parte, a meno che non fosse stato certo che il team non sarebbe andato avanti. Preferirei essere ricordato come quello che si è comportato un po’ come il capitano Sully nel volo che è atterrato sul fiume Hudson a New York, piuttosto che come il Francesco Schettino che era sulla Costa Concordia e che quando naufragò la nave nel Mediterraneo fu il primo a scappare. Non è una cosa che mi piace, era giusto restare e alla fine è stata la decisione corretta”.