daniel ricciardo
AFP/LaPresse

Il pilota australiano ha tracciato un bilancio della stagione 2018, ammettendo di essere contento di quanto ottenuto

Si è conclusa l’avventura di Daniel Ricciardo alla Red Bull, l’australiano infatti correrà con la Renault nelle prossime due stagioni. Una decisione che ha sorpreso tifosi e addetti ai lavori, considerando che la scuderia di Enstone non permetterà al driver di Perth di lottare per il titolo mondiale.

verstappen ricciardo
Photo4 / LaPresse

Nonostante questo, Ricciardo ha deciso di compiere questo passo, dopo un’annata piena di alti e bassi: “sono contento di come sono andato, devo ammettere che i punti ottenuti e i risultati in qualifica non rispecchiano il vero andamento della mia guida” le sue parole a Motorsport.com. “Non voglio togliere meriti a Max Verstappen, perché sta migliorando ogni anno ed è un pilota di alto livello. Non c’è dubbio che sia estremamente veloce e non è mai facile batterlo. Devo però dire che anche nei giorni in cui mi ha battuto, sono sempre riuscito a sentirmi a mio agio e, la maggior parte delle volte, sono riuscito a darmi una spiegazione. A volte mi sono tolto il cappello, perché ha fatto davvero dei grandi giri, ma ci sono state altre volte dove ho avuto problemi e altre cose che non sono andate per il verso giusto. Per farla breve, sono semplicemente felice del mio anno. Anche dove non sono riuscito a fare quello che avrei voluto. A volte sembrava non esserci una ragione precisa per questo, ma poi sono stato in grado di capirlo e di andare comunque avanti. Diciamo che sono più felice di quello che mostrano le statistiche, diciamo così“.