Photo4 / LaPresse

Protagonista di uno speciale televisivo, il pilota finlandese ha parlato della sua esperienza in Ferrari e del suo sostituto

Una stagione straordinaria ha chiuso l’avventura di Kimi Raikkonen con la Ferrari, che dall’anno prossimo avrà Charles Leclerc come compagno di Sebastian Vettel.

Raikkonen
photo4/Lapresse

Per Iceman sarà tempo di aprire un altro capitolo della propria carriera al volante dell’Alfa-Sauber. Il finlandese ha voluto raccontare tutte le sue emozioni nel corso di uno speciale televisivo che Sky Sport ha voluto realizzare per lui: “non credo che questo addio alla Ferrari sia triste perché conosco il team in cui andrò a correre. Ovviamente sarà diverso ma non c’è nulla di triste, abbiamo vissuto bei momenti ed è per questo che nessuno dovrebbe essere triste. La Ferrari è diversa rispetto a qualunque altro team, c’è una grande passione: ovunque tu vada nel mondo, tutti la conoscono ed è anche un modo più italiano di vedere le cose. Troppa passione? No, ma a volte ne andrebbe bene anche un po’ meno però, in un modo strano, ci integriamo molto bene insieme. Io sono diverso dagli italiani, ma le cose sono funzionate piuttosto bene tra di noi. Sarà diverso i prossimi anni, ma rimarremo tutti amici anche se non lavoreremo più insieme. Questo è molto più importante. Ci vedremo nel paddock ogni weekend di gara quindi non ci sarà tanta differenza. Leclerc? Conosce l’ambiente, arriva dall’Academy della Ferrari. Il suo arrivo è diverso dal mio che non conoscevo per nulla il contesto di Maranello. Per lui sarà più facile“.