leclerc
ph. twitter Scuderia Ferrari

Il pilota monegasco ha ringraziato con un video l’Alfa-Sauber, team che gli ha permesso di compiere il grande salto in Ferrari

Una stagione, quella del debutto in Formula 1, davvero esaltante e ricca di colpi di scena, utile per guadagnarsi l’opportunità di gareggiare nel 2019 al volante della Ferrari.

leclerc
photo4/Lapresse

Charles Leclerc è senza dubbio un predestinato, l’anno prossimo gli toccherà dimostrarlo sfidando Sebastian Vettel con la macchina dei suoi sogni. Prima di concentrarsi anima e corpo sulla prossima stagione, il monegasco ha ringraziato l’Alfa con un video realizzato in fabbrica: “difficile spiegarle a parole, ho sempre sognato fin da bambino di essere un giorno un pilota di Formula 1. Essere a Melbourne, sulla griglia di partenza, accanto a questo campioni, è stata una sensazione bellissima. Il momento peggiore della stagione probabilmente è stato a Shanghai, il terzo GP in calendario, dove ho avuto un po’ di difficoltà. La gara migliore, invece, è stata quella successiva, al quarto appuntamento del Mondiale: il sesto posto di Baku è stato un risultato importante per tutta la squadra e mi ha molto motivato. Monaco? E’ stato veramente speciale, sono cresciuto guardando questa gara. Gareggiare in quelle strade con una Formula 1, le stesse strade che percorrevo per andare a scuola, è stato molto particolare. E’ stato un weekend molto bello, un modo interessante di mostrare ai miei amici, e non solo, anche a chi di loro non capisce completamente la Formula 1 che sono arrivato al vertice del motorsport. In quel week-end mi son sentito davvero realizzato, facendo ciò che ho sempre sognato”. Il discorso poi si sposta sulla prossima avventura in Ferrari: “è sicuramente un’opportunità fantastica. Sarà un grande salto in avanti, quindi dovrò lavorare su ogni aspetto.

Photo4 / LaPresse

Non ho però nessuna particolare preoccupazione, penso soltanto che dovrò concentrarmi su me stesso e fare del mio meglio, crescere come pilota. Per me è stata una stagione fantastica, devo ringraziare il team Alfa Romeo Sauber per avermi dato la possibilità di essere in Formula 1 in questa stagione, e di aver dato inizio alla mia carriera in F1. Senza di loro non avrei avuto l’opportunità Ferrari per il prossimo anno. Ho imparato tanto. è stato un progetto momento importante, con tante persone fantastiche una squadra che ha tanta esperienza con i giovani piloti. E’ stato un anno incredibile, con tanto supporto, molto di più di quello che mi aspettavo. Voglio semplicemente ringraziare per tutto questo“.