Zamparini
Lapresse

Maurizio Zamparini ha parlato a caldo dopo l’ufficialità dell’addio al Palermo, una volta ceduto il club il patron si è sfogato

Ho dato molto, ma è evidente che non sono stato compreso. Sono un friulano che si è comportato bene, al di fuori delle vostre regole palermitane. Lascio il Palermo primo in classifica, ma anche per questo mi avete insultato“. Maurizio Zamparini si sfoga dopo aver annunciato l’addio al Palermo. Il patron ha ceduto il club ed ora rivela di sentirsi quasi sollevato dopo un periodo molto duro per il club e per lo stesso Zamparini. Ai microfoni di Palermo Today ha proseguito: “Ricevere così tanto fango da parte della città a cui ho dato tanto mi porta a considerare il giorno della cessione come uno dei più belli. Esco da un incubonon vorrò più parlarne. Sia chiaro – ha aggiunto Zamparini – che non ce l’ho con nessuno, poiché mi ritengo una persona capace di amare e non di odiare. Leggere che io sarei un uomo propenso a delinquere mi riempie il cuore di una profonda tristezza, si tratta di pura follia. In tutto questo tempo non ho mai ritardato un pagamento, così come mai sono venuto meno a qualche impegno, cose mai successe fino al mio arrivo nella storia di questa società. Questi sono fatti concreti, e non parole al vento dette dal sottoscritto. Per quello che sono ho la stima di tutta l’Italia, dell’Europa e di gran parte del popolo palermitano: una persona onesta, leale e generosa. Buona fortuna, Palermo“.