Figc, il pugno duro di Gravina: “società che non pagano gli stipendi verranno escluse dai campionati”

Gabriele Gravina LaPresse/Fabio Cimaglia

Figc, Gabriele Gravina ha parlato dei problemi del calcio italiano al termine del consiglio federale odierno

Per le società che non pagano per due scadenze consecutive gli emolumenti c’è l’esclusione dal campionato“. Lo ha annunciato il presidente della Figc, Gabriele Gravina, al termine del consiglio federale che ha varato le linee guida per il sistema delle licenze nazionali per la stagione 2019/2020. L’obiettivo è garantire il tempestivo avvio dei campionati professionistici anticipando i termini perentori degli adempimenti previsti: presentazione della documentazione entro il 24 giugno e non più entro il 30, comunicazione il 4 luglio dell’esito dell’istruttoria da parte delle commissioni, con la possibilità di fare ricorso entro l’8 luglio. Il 12 luglio, infine, il consiglio federale decide sulle ammissioni. “L’idea è che non ci sia più un’estate come quella scorsa. Ma pensare che una società possa non fallire è difficile“, ha spiegato Gravina in conferenza stampa, annunciando che il testo definitivo sarà approvato dal prossimo consiglio federale del 18 dicembre. Da quel giorno sarà inoltre istituita una task force di professionisti per accompagnare le società a un processo di informazione e adeguamento gestionale. “Non voglio insegnare nulla a società come Juve, Inter o Milan –ha chiarito Gravina– ma ci sono tante società che oggi hanno bisogno di essere aiutate”. (Aip/AdnKronos)

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE
About Francesco Gregorace (9968 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 28 maggio del 1987, giornalista pubblicista dall'anno 2017


FotoGallery