Copa Libertadores – Le amare parole di Tevez dopo i tafferugli: “ci stanno obbligando a giocare”

SportFair

Caos alla finale di ritorno della Copa Libertadores, dopo l’attacco al bus del Boca si rischia di non giocare: le amare parole di Carlos Tevez

Dopo gli attacchi al bus del Boca Juniors, prima della finale di ritorno della Copa Libertadores, si è scatenato il caos allo stadio Monumental di Buenos Aires. Alcuni calciatori sono rimasti feriti a causa delle pietre scagliate dai tifosi e per questo la partita è stata più volte rimandata. I calciatori del Boca sotto shock si sono rifugiati negli spogliatoi dove sono stati medicati e da dove si rifiutano di disputare il Superclasico. Tra gli altri calciatori a non voler scendere in campo per l’importante match anche Carlos Tevez. L’ex Juventus, dopo quanto successo nel pre-partita, ha detto: “non siamo in condizioni di giocare la partita. Ci stanno obbligando a farlo”.