LaPresse/PA

Eurotour: Bezuidenhout in vetta nel Made in Denmark, out Edoardo Molinari. Non brillano Eddie Pepperell e Matthew Fitzpatrick in cerca di una wild card per la Ryder Cup

Edoardo Molinari, unico italiano in gara, 74° con 143 (71 72, -1) è uscito al taglio per un colpo di troppo nel Made In Denmark (European Tour) sul percorso del Silkeborg Ry GC (par 72), ad Aarhus in Danimarca. E’ l’ultima gara valida per acquisire punteggio nelle classifiche che portano alla qualificazione diretta di otto dei 12 giocatori che comporranno la squadra europea di Ryder Cup, ma in realtà i giochi sono già fatti.

Si è messo in luce, leader con 131 (66 65, -13) colpi, il sudafricano Christiaan Bezuidenhout, 24enne di Delmas alla seconda stagione sul circuito dove per ora ha ottenuto solo piazzamenti di mezza classifica, anche se numerosi. Lo braccano quattro inglesi, Lee Westwood e Jonathan Thomson, in vetta dopo un turno, secondi con 133 (-11), Sam Horsfield, quarto con 134 (-10), e Matthew Baldwin, quinto con 135 (-9) insieme al belga Thomas Detry.

E’ in gara il danese Thomas Bjorn, capitano europeo di Ryder Cup, 31° con 139 (-5), che dopo l’evento assegnerà le quattro wild card a sua disposizione. Ha lo stesso punteggio l’inglese Eddie Pepperell che insieme al connazionale Matthew Fitzpatrick, risalito dal 71° al 37° posto con 140 (-4), spera di essere tra i prescelti. Nel torneo avrebbe voluto essere protagonista l’atteso danese Thorbjorn Olesen, che invece è riuscito per ora solamente a evitare il taglio (55° con 142, -2).

Christiaan Bezuidenhout ha girato in 65 (-7) colpi con otto bridie e un bogey, mentre Edoardo Molinari ha chiuso il torneo con tre birdie e tre bogey per il 72 (par). Il montepremi è di 1.500.000 euro con prima moneta di 250.000 euro