LaPresse/PA

Eurotour: Lee Westwood in vetta nel Made in Denmark, occasione ghiotta per l’inglese

L’inglese Lee Westwood, in vetta con 200 (68 65 67, -16) colpi al Made In Denmark, si è creato l’opportunità di portare a 24 i titoli nell’European Tour, dove non vince dal 2014, ma nel giro finale il 45enne di Worksop potrà contare appena su un colpo di vantaggio nei riguardi dei connazionali Steven Brown e Jonathan Thomson e del belga Thomas Detry (201, -15). E’ l’ultima gara valida per acquisire punteggio nelle classifiche che portano alla qualificazione diretta di otto dei 12 giocatori che comporranno la squadra europea di Ryder Cup, ma in realtà i giochi sono già fatti.

Sul percorso del Silkeborg Ry GC (par 72), ad Aarhus in Danimarca, dove è uscito al taglio Edoardo Molinari (74° con 143 – 71 72, -1), possono competere per il titolo anche gli altri due inglesi Matt Wallace, quinto con 202 (-14), e Callum Shinkwin, sesto con 204 (-12) insieme al sudafricano Christiaan Bezuidenhout, leader dopo due turni.

E’ in gara il danese Thomas Bjorn, capitano europeo di Ryder Cup, 36° con 210 (-6), che dopo l’evento assegnerà le quattro wild card a sua disposizione per completare il team. Sperano di essere scelti Matthew Fitzpatrick, salito dal 27° al 13° posto con 206 (-10), ed Eddie Pepperell, che però è sceso dal 30° al 61° con 213 (-3). Ha recuperato il danese Thorbjorn Olesen, 30° con 209 (-7), che sperava in una prestazione di alta classifica davanti ai suoi fans. Il montepremi è di 1.500.000 euro con prima moneta di 250.000 euro.