petagna
Massimo Paolone/LaPresse

Andrea Petagna, dopo la doppietta contro la sua ex squadra, commenta la sua prestazione da urlo in Spal-Atalanta

I primi gol proprio contro l’Atalanta? E’ vero, il calcio è strano”: così Andrea Petagna ha commentato la sua doppietta con la Spal nella quarta giornata di campionato contro l’Atalanta. “Oggi abbiamo fatto tutti una grande partita. C’è grande entusiasmo – ha continuato l’attaccante della Spal ai microfoni di Sky Sport – una carica incredibile dei tifosi e stiamo facendo bene. Dobbiamo continuare così perché siamo sulla giusta strada. Mi trovo bene con questo modulo, l’allenatore è molto bravo, prepariamo le partite bene e mi piace molto questa idea di calcio. Stiamo mettendo in difficoltà tutte le squadre e addirittura avremmo potuto avere anche qualche punto in più, perché a Torino abbiamo fatto una grande gara. Nessuno ci vieta di credere a qualcosa di meglio rispetto a quanto fatto l’anno scorso, se giochiamo così i risultati arriveranno. Cosa mi piace della Spal? Mi piace il gruppo. E poi tutti pensano che siamo una piccola, ma la Spal è una grande squadra: basta vedere lo stadio e il centro sportivo”.

“Io l’ultimo della mia famiglia a rappresentare la Spal? È una storia bella – ha concluso Petagna -, per questo voglio ringraziare l’allenatore e il direttore che mi hanno voluto fortemente. Adesso voglio continuare a fare bene qui e migliorare ancora. Il passato della mia famiglia in biancazzurro è un fattore che ha influito, mi sarebbe piaciuto se mio nonno e mia nonna mi avessero visto. Ma mi guarderanno da lassù e mi porteranno fortuna”.