Sagan
AFP PHOTO / Philippe LOPEZ

Peter Sagan a sorpresa si è mostrato molto critico nei confronti del ciclismo, sport definito molto noioso dallo stesso ciclista della Bora-Hansgrohe

Peter Sagan è uno dei ciclisti più forti al mondo, sopratutto quando si tratta di arrivi in volata. Sagan però, non sembra essere entusiasta del suo stesso sport, definito dal ciclista della Bora-Hansgrohe molto noioso: “Per me è uno sport noioso e io come spettatore vedo solo gli ultimi cinque chilometri. Se guardo una corsa di 200 km in tv, la accendo a 100 km dal traguardo ed è sempre uguale e ai meno 20 km la stessa cosa – ha dichiarato Sagan a El Pais -. Però per passare dai -100 ai -20 sono trascorse ormai due ore, nelle quali stai davanti alla televisione senza che succeda nulla. Invece se guardi solo gli ultimi 10 km succedo di tutto anche nelle tappe con arrivo in volata. Se l’accendi ai meno 100 km dormi, no? Poi ti risvegli a 10 km dal traguardo perché sei curioso di vedere come va a finire. Cosa pensiamo che voglia vedere la gente? Non lo capisco. Per me è uno sport noioso e io come spettatore vedo solo gli ultimi cinque chilometri“. Effettivamente, alcune gare sono un po’ sonnolente, Sagan si è sfogato forse proprio per chiedere una svolta in merito al futuro del ciclsimo.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE