Nadal
LaPresse / AFP PHOTO / Christophe ARCHAMBAULT

Rafa Nadal chiarisce l’episodio del warning per time violation assegnatogli dal giudice di sedia durante la sfida con Pospisil: nessuna perdita di tempo, colpa… dell’avversario

Un inizio di US Open davvero ricco di polemiche ed episodi controversi. Dai tanti problemi legati al caldo, al ‘sexy warning’ di Alizè Cornet, passando per l’infrazione di Verdasco che ha fatto infuriare Murray e infine il warning assegnato a Nadal. Il tennista maiorchino, sempre molto corretto in campo, si è visto assegnare un warning per time violation, ma la colpa sarebbe dell’avversario Pospisil. In conferenza stampa Nadal ha chiarito l’episodio : “ero pronto a servire e Pospisil mi ha fatto cenno di aspettare, perchè doveva rifiatare o aveva i crampi, non so cosa avesse. Vasek è un bravissimo ragazzo, io lo stavo solo aspettando e per questo non mi aspettavo che il giudice di sedia mi desse il warning. Sono andato da lei a spiegarle la situazione, visto che non si era accorta di nulla, e ad essere onesto sono rimasto sorpreso che Vasek non sia venuto a spiegarle cosa fosse successo”.