cairo serie a
LaPresse/Fabio Ferrari

Urbano Cairo ha parlato del suo Torino, con qualche calciatore che ha le valigie in mano pronto a lasciare il club granata

Il presidente del Torino, Urbano Cairo, è tornato a parlare di calciomercato in uscita, dato che in alcuni campionati la sessione terminerà a fine mese. Cairo ha concesso una lunga intervista a margine del trofeo Mamma Cairo, iniziando col parlare di Iago: “Iago Falque’ è un nostro giocatore importantissimo, non abbiamo mai, nemmeno lontanamente, pensato di venderlo. Anzi, abbiamo rifiutato offerte importanti a luglio. Iago Falque è un pilastro per noi. La sua partenza è un tema che non si pone. Non esiste”. Ma qualcuno partirà da casa Toro, uno tra Niang e Ljajic: “Quando hai giocatori importanti non è mai un problema, anche se loro non sono mai felici di essere in una rosa in cui hanno meno spazio. Ci sono richieste, il mercato è ancora aperto. Ho detto che Iago è un nostro pilastro, ma nelle prossime ore ragioneremo sugli altri e vedremo cosa succederà”. Il Toro più forte dell’era Cairo? “No, non lo dirò mai (e sorride, ndr). È l’ultima cosa che vorrei affermare. Anzi, sa cosa le dico? Ne ho avuti di più forti”.