Campionati Europei Targa di Legnica, storica Italia: tre finali e qualificazione ai Giochi Europei

A Legnica (Pol) impresa storica dell’Italia che per la prima volta qualifica tre squadre alle finali per l’oro dei Campionati Europei: nel ricurvo gli iridati Mauro Nespoli, David Pasqualucci e Marco Galiazzo sono in finale con la Russia e le azzurre Lucilla Boari, Vanessa Landi e Tatiana Andreoli si giocheranno il titolo con la Turchia. Finale per l’oro contro la Turchia anche per le azzurre del compound Irene Franchini, Anastasia Anastasio e Marcella Tonioli che, dopo il primato europeo in qualifica alla prima giornata, realizzano anche il record italiano nelle eliminatorie con il 233 rifilato alla Spagna ai quarti.

Le finali conquistate dalle squadre azzurre dell’arco olimpico valgono anche il pieno dei pass del ricurvo per i Giochi Europei di Minsk 2019: arrivando tra le prime quattro, l’Italia ha infatti ottenuto la qualificazione per le gare individuali (3 al maschile e 3 al femminile), per le gare a squadre (maschile e femminile) e per il mixed team. Nella giornata di venerdì, dedicata esclusivamente alla qualificazione per i Giochi che si terranno il prossimo anno in Bielorussia, gli azzurri saranno in campo solamente con la divisione compound che avrà la possibilità di ottenere i restanti due posti previsti per questa divisione.

Al mattino agli Europei si erano svolti i primi due turni eliminatori individuali: gli azzurri sono tutti quanti ancora in corsa ad esclusione di David Pasqualucci, sconfitto ai 24esimi di finale per 7-1 dal bulgaro Ivan Banchev.

Legnica si colora di azzurro grazie alle imprese della Nazionale Italiana che domina il pomeriggio della seconda giornata di gare dei Campionati Europei e scrive un pezzo di storia. Le squadre azzurre conquistano per la prima volta tre finali per l’oro grazie a Marco Galiazzo, Mauro Nespoli e David Pasqualucci nell’arco olimpico maschile, a Tatiana Andreoli, Lucilla Boari e Vanessa Landi nell’olimpico femminile e con Anastasia Anastasio, Irene Franchini e Marcella Tonioli nel compound femminile. Sabato le finali per il titolo europeo, entrambe le squadre femminili sfideranno la Turchia, per gli uomini il match sarà contro la Russia.

L’ITALIA VOLA AI GIOCHI EUROPEI DI MINSK 
– Le soddisfazioni per l’Italia non si fermano qui, i risultati delle squadre garantiscono infatti alla Nazionale dell’arco olimpico la qualificazione al gran completo per i prossimi Giochi Europei di Minsk. L’Italia si presenterà così alla competizione con sei atleti, tre al maschile e tre al femminile, e di conseguenza entrambe le squadre oltre ai due mixed team, senza dove partecipare al torneo di qualificazione in programma venerdì a Legnica.
Devono ancora staccare il pass invece gli azzurri del compound, nel torneo di qualificazione ci sarà la possibilità per l’Italia di completare l’opera prenotando le due carte a disposizione, una al maschile e una al femminile.

LE SQUADRE DELL’OLIMPICO PER L’ORO – Grande impresa della Nazionale dell’arco olimpico che qualifica entrambe le squadre per la finale per l’oro. Marco Galiazzo, Mauro Nespoli e David Pasqualucci, dopo il titolo mondiale del 2017, proveranno a portarsi a casa anche il trono europeo sfidando nell’ultimo atto di sabato la Russia (Baldanov, Bazarzhapov, Popov). I tre azzurri battono 6-0 la Bielorussia (Dalidovich, Liahushev, Prilepov), si ripetono con il 5-3 sulla Turchia (Ak, Dal, Gazoz) e in semifinale regolano 6-0 il Lussemburgo (Henckels, Klein, Klein).
Stessa marcia per il terzetto femminile composto da Tatiana Andreoli, Lucilla Boari e Vanessa Landi, campionesse iridate tra le Junior. La loro finale per l’oro europeo sarà contro la Turchia (Aktuna, Anagoz, Coskun). Le azzurre vincono 5-3 con l’Azerbaijan (Gasimova, Ramazanova, Simonova), 5-4 (27-26) allo shoot off con la Gran Bretagna (Bettles, Piper, Pitman) e infine 5-1 con la Germania (Kroppen, Richter, Unruh).

COMPOUND FEMMINILE, FINALE E RECORD ITALIANO
 – Dopo il record europeo di ieri in qualifica arriva anche il nuovo primato italiano per la squadra compound femminile formata da Anastasia Anastasio, Irene Franchini e Marcella Tonioli. Le tre azzurre lo hanno realizzato nel primo match di oggi dove hanno battuto 233-225 la Spagna (Alvarez Ospina, Gomez Martinez e Marcos). Il precedente record nazionale era stato realizzato allo scorso Grand Prix di Sofia dal trio Cavalleri, Ret e Roner che avevano messo a referto 231 punti nella finale per il bronzo vinta con l’Ucraina. Per Franchini, Anastasio e Tonioli il secondo record a questi europei coincide con l’inizio di una cavalcata che le porta fino alla finale per l’oro contro la Turchia (Bostan, Elmaagacli, Suzer). Il passaggio alla sfida più importante a livello continentale è stato certificato dal successo in semifinale contro il Belgio (L. Meynen Degryse, S. Meynen Degryse, Prieels) per 232-223.
Escono agli ottavi di finale complice un po’ di sfortuna gli uomini del compound. Elia Fregnan, Sergio Pagni e Federico Pagnoni si arrendono allo shoot off 231-231 (30-38) alla Spagna di Canalejas Tejero, Lopez e Medina Orta.

IL PROGRAMMA DELLE FINALI AZZURRE A SQUADRE – Sabato quindi ci saranno tre possibilità di vincere il titolo europeo per l’Italia, ecco il quadro delle finali azzurre:

Sabato 1 settembre
ore 10.00 Finale per l’oro compound femminile ITALIA-TURCHIA
ore 14,30 Finale per l’oro arco olimpico femminile ITALIA-TURCHIA
ore 14,54 Finale per l’oro arco olimpico maschile ITALIA-RUSSIA

IL PROGRAMMA DI DOMANI –  Al mattino sono in programma tutte le sfide individuali fino alle semifinale, nel pomeriggio i match fino al bronzo dei mixed team a cui seguiranno i primi scontri individuali del torneo di qualificazione ai Giochi Europei che si completerà nella giornata di venerdì.

La giornata di Legnica era iniziata questa mattina con i primi scontri diretti individuali in cui undici azzurri hanno passato il turno:

I RISULTATI DELL’ARCO OLIMPICO MASCHILE – Due azzurri avanzano, uno si ferma. E’questo il bilancio dell’Italia dell’arco olimpico maschile a Legnica dopo i primi scontri diretti individuali. Mauro Nespoli, qualificato di diritto dopo l’ottima qualifica di ieri affronterà il bielorusso Alexander Liahushev, mentre Marco Galiazzo, dopo il successo 6-0 contro il portoghese Luis Goncalves, si troverà davanti la testa di serie numero uno del tabellone, il turco Mete Gazoz. Esce di scena David Pasqualucci sconfitto 7-1 dal bulgaro Ivan Banchev.

I RISULTATI DELL’ARCO OLIMPICO FEMMINILE – Precede spedita invece la marcia delle donne tutte vincenti in mattinata. Lucilla Boari batte 6-2 l’olandese Esther Deden ed è pronta ad affrontare la russa Anna Balsukova, Tatiana Andreoli dopo il successo 6-0 sull’austriaca Nina Riess se la vedrà con la georgiana Kristine Esebua mentre Vanessa Landi, che ha regolato 6-0 la moldava Milena Gatco, sfiderà l’ucraina Anastasia Pavlova.

I RISULTATI DEL COMPOUND MASCHILE – Tutti avanti anche gli uomini del compound. Elia Fregnan batte 146-145 l’austriaco Nico Wiener mentre Federico Pagnoni si prende il match con il portoghese Claudio Alves con il risultato di 148-146. Gli avversari degli azzurri saranno rispettivamente il russo Anton Bulaev, numero 4 del tabellone, e l’austriaco Michael Matzner. Sergio Pagni, già qualificato ai sedicesimi dopo il terzo posto in qualifica, affronterà invece il turco Demir Elmaagacli.

I RISULTATI DEL COMPOUND FEMMINILE
 – Tutte avanti senza scoccare nemmeno una freccia dopo la giornata trionfale di ieri le azzurre del compound. Questi gli incroci delle italiane per domani: Irene Franchini-Julia Oleksejenko (LAT), Anastasia Anastasio-Anastasia Tsakiri (GRE) e Marcella Tonioli-Martina Zikmundova (CZE).