lebron james
Foto sito Lakers

NBA attivissima nel cambiare le proprie regole e modellare la lega avvicinandola al modello Europeo auspicato da LeBron James citando Messi

La NBA fa un piccolo passo verso l’Europa. Spinta anche dalle dichiarazioni di LeBron James, la lega americana accontenta in parte il volere popolare, avvicinandosi a quanto accade negli altri sport nel vecchio continente. James disse che nel calcio non esistono limiti d’età per giocare con i professionisti, citando l’esempio di Messi. Ancora la NBA è lontana da questo concetto, così come è lontana dal concetto di vivaio per ogni squadra professionistica, ma un passo avanti c’è stato. Verrà infatti promosso un programma che vedrà la collaborazione tra NBA ed NCAA, che prevede che i migliori prospetti del basket scolastico vengano monitorati ed assistiti nella crescita dalle franchigie attraverso preparatori, medici e tutori, che si occuperanno anche dei genitori, aspetto spesso molto delicato della questione. La “one-and-done”, regola che obbliga i liceali ad aspettare almeno un anno prima di dichiararsi per il draft Nba, potrebbe presto essere eliminata dalla circolazione, com’è giusto che sia, anche a detta di LeBron. Si punta ad abolire il limite minimo d’età per giocare nella NBA, staremo a vedere quali saranno i prossimi passi della lega più affascinante al mondo.