Shiva N'Zigou

Shiva N’Zigou è stato autore di una confessione shock: il calciatore gabonese ha svelato il suo passato nel quale ha visto sacrifici umani, magia nera ed ha avuto relazioni incestuose e omosessuali

Una storia da brividi arriva direttamente dal Gabon. Il calciatore Shiva N’Zigou è stato protagonista di una confessione shock, ripresa in un video diventato in poco tempo virale su internet. Il calciatore, con un passato in Ligue 1, ha svelato il suo passato nel quale ha visto sacrifici umani, magia nera, ed ha avuto relazioni omosessuali e incestuose. Davanti alle telecamere della TV cristiana TV2Vie, N’Zigou ha confessato: “mia madre è morta e voglio confessare che è stata sacrificata. Ho firmato molti contratti e mio padre voleva tutti i soldi per lui. Mi ha detto che avrebbe ucciso mia madre, io gli ho detto di non farlo, ma lui l’ha uccisa lo stesso. E lo ha fatto in modo che il suo spirito mi aiutasse nella mia carriera calcistica. Quando ero molto giovane ho avuto rapporti sessuali con mia zia in due occasioni. Poi l’ho fatto con mia sorella e con un amico e ho avuto una relazione con un uomo“.

Confessioni da brividi alle quali si aggiunge anche l’aver mentito sulla propria età, dichiarandosi 5 anni più giovane, verità che lo priva del record di più giovane ad aver partecipato e segnato in Coppa d’Africa, primato stabilito a 16 anni (in realtà 21): “ho cinque anni in più. Ho mentito sulla mia età quando sono arrivato in Francia”.