AFP/LaPresse

Serena Williams ha svelato i motivi alla base della netta sconfitta rimediata contro Konta a San Jose: una particolare notizia ha turbato la concentrazione della tennista americana

Il match perso contro Johanna Konta nel WTA di San Jose, con il punteggio di 6-1 / 6-0, ha rappresentato la sconfitta peggiore della carriera di Serena Williams. Un ko sorprendente, arrivato per giunta mentre la tennista americana sembrava in netta ripresa (dopo Wimbledon) mentre la britannica sta vivendo un periodo di grande appannamento. Nel corso di un’intervista a Time Magazine, Serena Williams ha spiegato di essere stata fortemente condizionata da una particolare notizia ricevuta 10 minuti prima della partita: la scarcerazione di Robert Edward Maxfield, l’uomo che aveva ucciso la sorella Price: “non riuscivo a togliermelo dalla testa. Non importa cosa, mia sorella non tornerà per un buon comportamento. Non è giusto che non abbia l’opportunità di abbracciarmi. Ancora non ci riesco. Voglio perdonarlo. Devo arrivarci. E’ stato difficile perché tutto quello a cui penso sono i figli di Price e cosa significano per me. E quanto li amo”.