red bull cliff diving
Sara Scatena

Dal Marmeeting alla Red Bull Cliff Diving World Series: a Furore si sceglie una wildcard per il Gran Finale di Polignano a Mare. Domenica Alessandro De Rose e gli altri campioni della World Series saranno protagonisti dei tuffi dall’iconico Fiordo di Furore

Domenica 2 settembre, dall’iconico ponte sul Fiordo di Furore, nel cuore della Costiera Amalfitana, andrà in scena la 32edizione del Marmeeting, storica manifestazione di tuffi dalle grandi altezze. La gara sarà interamente trasmessa in diretta da Rai Sport in tv e in streaming a partire dalle 15.30.

Star dell’evento, i campioni della Red Bull Cliff Diving World Series: insieme ai grandi nomi, come Gary Hunt, Orlando Duque, Steven LoBue, Jonathan Paredes, Blake Aldridge, David Colturi, Andy Jones, e Michal Navratil, anche l’italiano Alessandro De Rose, unico atleta azzurro in gara nella World Series, che proprio a Furore lo scorso anno era stato protagonista di un incredibile video“Sono felicissimo di tuffarmi di nuovo qui: lo scorso anno ero molto emozionato perché era la prima volta che mi tuffavo da questo ponte, quest’anno si aggiunge l’adrenalina della gara!” – ha dichiarato Alessandro.

La grande novità dell’edizione 2018 del Marmeeting è che verrà assegnata una wildcard per la finale mondiale della Red Bull Cliff Diving World Series, in programma a Polignano a Mare il prossimo 23 settembre: l’atleta non ancora qualificato per la tappa di Polignano che otterrà la miglior posizione in classifica a Furore sarà infatti tra i cliff diver che disputeranno la tappa finale del campionato.

A Furore i 16 cliff diver si tufferanno da una piattaforma posta a 28 metri di altezza nell’incantevole gola a picco sul Mar Tirreno, compiendo incredibili evoluzioni mozzafiato prima di fendere l’acqua ad una velocità di circa 85 km/h. Per loro, non solo l’obiettivo di sollevare la 32a Mediterranean Cup, ma anche occasione privilegiata per provare i tuffi che porteranno nella semifinale della Red Bull Cliff Diving World Series di Mostar, sabato 8 settembre, ma soprattutto nel Gran Finale di Polignano a Mare, durante il quale verranno eletti il nuovo campione e la nuova campionessa mondiali.

L’organizzazione del Marmeeting è affidata al team di lavoro capeggiato da Oreste Varese, che per primo portò un evento di tuffi dalle grandi altezze in Italia. La giuria è guidata dall’australiano Kenneth Grove Buttres. Con lui, gli italiani Marco Valerio Polazzo e Marcus Stuppner, l’ucraino Andrey Ignatenko e il russo Andrey Rublev.

Chi sarà il nuovo talento del cliff diving a conquistare l’ultima wildcard per l’attesissima Finale di Polignano a Mare?