LaPresse/Reuters

Cade la regola che prevedeva l’abbinamento del colore delle scarpe alla divisa: l’NBA ‘concede’ ai giocatori la libertà di scegliere qualsiasi colore. Sulla decisione c’è lo zampino Nike

Secondo quanto dichiarato da ESPN, l’NBA avrebbe deciso di abolire la regola che obbligava i giocatori a scegliere i colori delle proprie scarpe in base a quelli della divisa indossata. Adesso le stelle NBA potranno sbizzarrirsi con qualsiasi tonalità cromatica che più sarà di loro gradimento. In merito alla decisione potrebbe esserci lo zampino del marchio Nike, per i prossimi 7 anni (8 in totale considerando quello trascorso) sponsor ufficiale delle divise NBA, nonché principale scelta dei cestisti in merito alle calzature (Jordan comprese). Scarpe personalizzate con loghi e scritte particolari invece dovranno ancora passare sotto l’esame della lega.