LaPresse/Reuters

Jayson Tatum ha svelato un curioso retroscena in merito al suo passato: la stella dei Celtics ha sempre ‘odiato’ Boston da piccolo ed era un grande fan di Kobe Bryant

Jayson Tatum è il presente e il futuro dei Boston Celtics. Il giovane rookie, lanciato nella mischia dopo il gravissimo l’infortunio di Gordon Hayward alla prima di campionato, ha sorpreso tutti caricandosi la franchigia sulle spalle da vero leader. E pensare che da piccolo i Celtics non voleva sentirli nemmeno nominare, addirittura li odiava! A rivelarlo è stato lo stesso giocatore, collengandone il motivo alla rivalità di Boston con i Lakers di Kobe Bryant, suo idolo: “quando avevo 4 o 5 anni, mia mamma mi chiedeva chi volevo diventare da grande. Io rispondevo ‘voglio essere come Kobe’. Lei mi rispondeva ‘quindi vuoi giocare in NBA’, e io ‘no, voglio essere esattamente come Kobe’. Era il mio giocatore preferito, Avevo i suoi poster, le sue magliette. Era il mio idolo. E odiavo i Celtics”.