LaPresse/AFP

Il BC Prienai attacca la famiglia Ball dopo l’addio: LaVar e i figli avrebbero cercato di distruggere il club lituano

La parentesi in Lituania della famiglia Ball non è andata secondo i piani. LiAngelo e LaMelo Ball non sono stati dei ‘crack’ del campionato, non hanno trascinato la squadra verso traguardi inimmaginabili e, per quanto riguarda il maggiore dei due fratelli, l’esperienza europea non gli è valsa la chiamata in NBA. Il BC Prienai ha inoltre attaccato frontalmente la famiglia americana con un comunicato dal titolo “BC Prienai-Skycop: Big Baller Brand ha cercato di distruggere il club”. In effetti LaMelo e LiAngelo Ball hanno lasciato il club senza preavviso, senza sponsor (BBB) e togliendo alla squadra le macchine di tiro che avevano regalato al loro arrivo. Senza contare il loro atteggiamento, mai volto al reale miglioramento personale. Il tutto è spiegato in un estratto del comunicato pubblicato da ‘Nbapassion.com’:

“il primo e più cruciale errore che abbiamo fatto è stato quello di consentire a loro, specialmente LaVar, di pensaredi essere a capo del club. I suoi figli non erano affatto vicini al livello del campionato, figuriamoci per la NBA. La cosa più deludente è che non hanno avuto nessuna spinta interiore nel migliorare, e quando hanno capito che non si poteva andare da nessuna parte, hanno iniziato a distruggere il club, non pagando il montepremi al vincitore del torneo della Big Baller Brand. È stata una mossa a breve termine. Il club è sopravvissuto e questo è il fatto più importante. In questa stagione stiamo facendo passi in avanti, ma ora guardiamo al quadro generale, al futuro, e ai professionisti con grande disciplina e personalità”