valentino rossi
AFP/LaPresse

Valentino Rossi, dodicesimo dopo le qualifiche del Gp di Gran Bretagna, confessa le sue sensazioni in vista della gara di domani

Il dodicesimo appuntamento del campionato mondiale di MotoGp sul circuito di Silverstone premia la velocità delle Ducati. La scuderia di Borgo Panigale mette a segno una doppietta fantastica, che elegge autore del giro più veloce Jorge Lorenzo, seguito dal compagno di squadra Andrea Dovizioso. Dalla prima fila della griglia di partenza del Gp di Gran Bretagna, insieme ai due piloti Ducati, ci sarà domani Johann Zarco. Dietro, dalla seconda fila, ci saranno in ordine Cal Crutchlow, Marc Marquez e Danilo Petrucci. Valentino Rossi, al contrario, partirà solo dodicesimo.

AFP/LaPresse

È proprio il Dottore a dire la sua opinione dopo la delusione in qualifica. Ai microfoni di Sky MotoGp, il nove volte iridato ha ammesso: “è un grande peccato, era una condizione difficile, ma avevamo una buona strategia. Avevamo le gomme giuste ed eravamo dentro per un pelo. Volevo fare l’ultimo giro quando la pista era asciutta, ma ho preso la bandiera per due secondi. Nell’ultimo giro avrei potuto guadagnare 5 posizioni, ma devo partire dietro e sarà tutto più complicato”.

“La mia sensazione è che l’asfalto ha un buon grip sul bagnato normale, ma essendo nuovo non drena l’acqua come successo in Malesia ed in Argentina. – ha continuato Valentino Rossi – Se piove tanto l’acqua non riesce ad andare via e la patina sopra è pericolosa. Io non ero in pista quando sono caduti tutti. Ora vedremo che diranno gli atri piloti. Il feeling non era male, con la moto mi trovavo bene. Dobbiamo lavorare ancora, ma dobbiamo mettere a posto il setting, ma la moto non è male”.