marc marquez
AFP/LaPresse

Marc Marquez a 360 gradi: le parole dello spagnolo della Honda a Silverstone. Dall’arrivo di Lorenzo in Honda ad un possibile futuro in Yamaha

Marc Marquez è l’attuale leader della classifica piloti di MotoGp. 59 i punti di vantaggio sul secondo classificato, Valentino Rossi: lo spagnolo della Honda sta disputando una stagione impeccabile durante la quale è riuscito ad approfittare degli errori dei suoi rivali e trarne vantaggio. Tante vittorie, appassionanti bagarre e anche qualche colpo basso che ha creato molte polemiche.

marc marquez
AFP/LaPresse

Nonostante il suo vantaggio in classifica però Marquez non si monta la testa, consapevole della forza e competitività dei suoi rivali, in particolar modo della Ducati: “stiamo spingendo, ancora mancano 8 gare, tante, ma finchè sei avanti a dovizioso, Lorenzo e Rossi dici questo è un sogno, speriamo di non svegliarci, ma le ducati vanno forte. Le prime tre quattro gare la Honda era la migliore di moto di tutte, ma dopo la ducati ha fatto qualche step ma noi rispetto all’anno scorso abbiamo fatto uno step di motore, solo quello, ma ha aiutato tanto aiuta a gestire la gara in maniera diversa, adesso dobbiamo fare un altro step ma queste sono le gare. Uno dei problemi del 2015/16 è che si cambiavano tante cose, questo è il primo anno che non abbiamo cambiato nulla ma abbiamo fatto solo un’evoluzione del motore, dobbiamo ancora lavorare perchè la Ducati ha fatto un altro step“, ha dichiarato Marquez in un’approfondita intervista a Sky Sport.

AFP/LaPresse

Non poteva mancare un commento sul suo futuro compagno di squadra e sulle trattative del team: “quando Honda mi aggiornava dei movimenti di mercato e ha iniziato a parlare con Lorenzo mi ha chiesto se c’è qualche problema io ho detto no, se è sulla stessa moto non hai dubbi poi se è la moto o il pilota che fa la differenza. Io so che c’era Zarco, Dovizioso e Lorenzo ma io non decido niente, io ho solo detto alla Honda uno forte! Come in Ducati, la moto va forte e ai box vanno forte. Lorenzo può vincere subito? Spero di no ma è un pilota che va forte, ha fatto fatica ma adesso va forte con la Ducati non so se ci metterà una gara o un anno, ma farà bene sicuramente, spero faccia un po’ di fatica. Dentro il Repsol Honda Team ci sono due team, la Honda ha la potenza di fare moto diverse, come fatto finora con Dani. Con lui abbiamo litigato tanto nel 2013 e 14, ma litigavamo in pista ma fuori dalla pista il rispetto c’è sempre“.

Mentre sulle difficoltà Yamaha ha aggiunto: “la M1 con la gomma nuova va molto molto forte, calano con la gomma usata, ma dipende dal circuito, da dietro non si capisce bene, con la ducati capisci il punto forte e quello debole, con la Yamaha non si capisce, a volte vanno forte a volte fatica, ma alla fine sono sempre là, soprattutto valentino che è secondo nel mondiale, secondo me in alcune gare andranno molto forte, dipende dal circuito e dalla gomma che c’è in pista“.

valentino rossi marc marquez
AFP/LaPresse

Non poteva mancare una parentesi sul rapporto con Valentino Rossi, partendo da una vecchia foto scatta al Ranch di Tavullia: “è stato molto bello, ho imparato tante cose, la pista è incredibile, un giorno divertente, mi ricordo tutto di quel giorno, è stato divertente. Se mi rinvita ci vado? Domani? No, non mi invita, ma dipende dal momento“.

Mentre sulla possibilità di andare un giorno in Yamaha ha concluso: “Jarvis ha detto che Marquez in Yamaha non si può vedere, è così, rispettiamo, ma ha detto così, me lo ha detto a me nel 2016, si rispetta e si capisce ma mai dire mai”.