AFP/LaPresse

Marc Marquez chiude al 4° posto le Fp2 di Silverstone: un risultato che sta stretto al leader del Motomondiale che non risparmia una dura critica all’asfalto della pista

Giornata fra (poche) luci e (tante) ombre quella vissuta da Marc Marquez alla vigilia delle qualifiche per il Gp di Silverstone. Il pilota spagnolo è prima scivolato alla Curva 16 in mattinata, per poi migliorare il suo tempo chiudendo 4° nelle Fp2 del pomeriggio. Un piazzamento che però continua a stare stretto al leader del mondiale. Marquez ha spiegato di aver reagito nelle Fp2, dopo l’appannamento della mattina, senza però risparmiare la stoccata verso l’asfalto del circuito di Silverstone, giudicato inadeguato: “sono molto contento perché questo è stato il primo fine settimana in cui nella prima sessione non eravamo a nostro agio, né io, né la moto. Poi abbiamo reagito alla grande nelle Libere 2 e abbiamo fatto le modifiche giuste per migliorare. Sarà interessante vedere se domani riusciremo a limare quei due decimi che ci separano attualmente da Dovizioso e Vinales, che sono stati i più veloci nella giornata odierna. Per quanto riguarda l’asfalto… Non so cosa sia successo. Sarebbe da rivedere, perché ci sono molte buche nonostante sia stato riasfaltato di recente. Ma siamo tutti nella stessa situazione e cercheremo di gestire la situazione. Onestamente, però, ci aspettavamo di poter godere di un asfalto migliore di quello attuale“.