Liverpool di Klopp
AFP/LaPresse

Juergen Klopp difende le scelte del Liverpool, l’allenatore del club inglese nega che l’acquisto di Alisson dalla Roma sia dovuto al flop di Karius in Champions League

L’allenatore del Liverpool Juergen Klopp ha insistito sul fatto che l’acquisto del portiere brasiliano Alisson dalla Roma non è correlato agli errori commessi dal portiere Loris Karius nella finale di Champions League a Kiev. “La gente può credermi o no, ma la finale della Champions League non ha nulla a che fare con l’arrivo di Alisson”, ha detto Klopp in un’intervista pubblicata oggi dalla rivista tedesca ‘Kicker’. “Se avessimo vinto e Alisson fosse stato sul mercato, lo avremmo comprato comunque“, ha detto l’allenatore tedesco. Karius è entrato nell’occhio del ciclone per i due errori commessi nella finale di Champions League a Kiev, dove il Real Madrid ha vinto 3-1 con il Liverpool. Tempo dopo, si è appreso che il portiere tedesco ha subito una commozione cerebrale durante la partita per una gomitata di Sergio Ramos.

Klopp ha difeso il suo connazionale dalle aspre critiche che ha ricevuto e ha detto che, per questo motivo, per un momento ha pensato di non acquistare Alisson. “Dopo aver visto come la gente si è burlata di lui dopo la finale di Champions League, mi ha fatto venire voglia di dire: ‘Ora non prendiamo Alisson’“. Ma Klopp ha detto che alla fine il club ha deciso di agire professionalmente. “Il nostro compito è cercare di avere la squadra migliore possibile in tutti i ruoli, che è quello che abbiamo fatto”, ha detto l’allenatore, che ha definito Karius “un portiere straordinario”. Karius ha perso il posto da titolare dopo l’arrivo di Alisson, che è costato circa 75 milioni di euro, e ora i media inglesi speculano su un possibile trasferimento. Secondo il “Mirror“, il Besiktas è interessata a rilevare i servizi del portiere 24enne e lo ha già chiesto in prestito. (Spr/AdnKronos)