Marchisio
LaPresse/Marco Alpozzi

La risoluzione di Marchisio obbligherà Allegri ad affrontare la prossima edizione della Champions League con ventidue giocatori anziché ventitré

L’addio di Marchisio costa caro alla Juventus non solo in termini economici, vista la cospicua buonuscita ricevuta, ma anche in termini numerici.

Allegri
Foto LaPresse – Tano Pecoraro

Senza il ‘Principino’ infatti, il club bianconero affronterà la prossima Champions League con 22 effettivi invece di 23 (sui 25 disponibili), questo per via delle regole Uefa che stabiliscono come nelle liste A vadano inseriti almeno otto giocatori over 21 su 25 tesserati per almeno 3 anni tra i quindici e i ventuno anni con il club. Oppure, il paletto è rispettato anche se abbiano fatto parte di un club della FIGC per lo stesso tempo e la stessa finestra di età. L’unico a rispettare i requisiti con la partenza di Marchisio è il terzo portiere Pinsoglio, dunque Allegri dovrà affrontare la prossima Champions con ventidue giocatori.