spalletti inter
Tano Pecoraro/LaPresse LaPresse/

L’Inter alle prese con un inizio di stagione forse al di sotto delle attese, ma dopo soli 90 minuti c’è tutto il tempo per cambiare in fretta la rotta intrapresa

L’Inter è partita in questa stagione con aspettative enormi, essere l’anti-Juve è una responsabilità, un qualcosa che non basta dire a parole ma va confermato con i fatti. Dopo la sconfitta contro il Sassuolo infatti, la società ha deciso di intervenire con un facci a faccia con i propri calciatori, in modo da chiarire alcuni aspetti e rasserenare gli animi. I calciatori devono pensare a giocare e non ad altre distrazioni quali arbitri ed anche terreno di gioco, attenuante (valida) data stavolta da Spalletti. La società ha chiesto dunque concentrazione e determinazione, nel frattempo il tecnico si prepara a varare alcune modifiche di formazione in vista della prossima gara che i nerazzurri giocheranno in casa contro il Torino, di fronte ad un pubblico che si prospetta essere caldissimo a San Siro.

Dovrebbero essere tre le modifiche sostanziali. In primis vedremo i croati Vrsaljko e Perisic prendersi i rispettivi ruoli di terzino destro ed esterno offensivo a sinistra, con Asamoah che scalerà dietro in luogo di Dalbert. Anche Skriniar dovrebbe tornare al centro della difesa, probabilmente al posto di Miranda. C’è però un’altra incognita rappresentata da Lautaro Martinez che potrebbe venir sostituito da Keita in attesa del ritorno di Nainggolan.