LaPresse/Photo4

Il pilota spagnolo potrebbe sbarcare presto nella Indycar, a confermarlo è il CEO di Hulman & Company che gestisce la serie automobilistica

Ieri l’ufficialità del suo addio alla Formula 1 al termine di questa stagione, a breve l’annuncio di un suo passaggio alla Indycar. Stiamo parlando di Fernando Alonso, due volte campione del mondo con la Renault giunto alla fine della sua esperienza nel circus, dopo 17 anni di vittorie e difficoltà.

L’obiettivo del driver di Oviedo è quello di ottenere la Triple Crown e, dopo le vittoria nella 24 Ore di Le Mans e nel Gp di Monaco, manca solo la 500 Miglia di Indianapolis per chiudere il cerchio. Il primo tentativo non è andato a buon fine, con il ritiro arrivato per noie al motore a 21 giri dalla bandiera a scacchi, Alonso però ha intenzione di riprovarci magari al volante di quella McLaren che, in Formula 1, non gli ha regalato i successi sperati. Il team di Woking ha infatti in mente di sbarcare nella Indy, come conferma Mark Miles, CEO di Hulman & Company che gestisce l’Indycar: “l’annuncio di martedì ha certamente alimentato la speranza tra i fan della IndyCar che sperano che Alonso disputi tutto il campionato 2019. La McLaren sta lavorando per mettere in atto tutti gli accordi necessari per entrare in Indycar e stiamo sostenendo i loro sforzi. E non mi aspetto che questo progetto si risolva alla fine di quest’anno“.