Andrea Pavan
Credits: Foto Scaccini

Nel D+D Real Czech Masters il malese Gavin Green in vetta. Paratore 36°, out Manassero

Un ottimo Andrea Pavan, da quinto a terzo con 134 (65 69, -10) colpi, ha consolidato la sua posizione in alta classifica nel D+D Real Czech Masters sul percorso dell’Albatross Golf Resort (par 72), a Praga nella Repubblica Ceca. Si sono ben difesi Nino Bertasio, 19° con 137 (66 71, -7), e Renato Paratore, 36° con 139 (67 72, -5), mentre è uscito al taglio Matteo Manassero, 127° con 146 (73 73, +2).

E’ passato a condurre con 132 (64 68, -12) Gavin Green, 25enne malese di Selangor con un titolo sull’Asian Tour e un 16° posto come miglior piazzamento stagionale nel circuito (Indian Open), che ha il minimo vantaggio sul danese Jeff Winther (133, -11). Con il medesimo score di Pavan anche il belga Thomas Pieters, l’irlandese Padraig Harrington e il finlandese Tapio Pulkkanen e tra i concorrenti in settima posizione con 135 (-9) l’inglese Matt Wallace e il coreano Soomin Lee. In 24ª con 138 (-6) l’inglese Danny Willett e non potrà difendere ormai il titolo il sudafricano Haydn Porteous, 54° con 140 (-4).

Andrea Pavan, 29enne romano con quattro successi nel Challenge Tour e più volte autore di belle prove in stagione con tre top ten, è partito dalla buca 10 e ha condotto 15 buche con cinque birdie, poi l’improvvisa frenata con un bogey e un doppio bogey e la reazione con un birdie a chiudere (69, -3). Per Nino Bertasio 71 (-1) colpi con due birdie e un bogey e per Renato Paratore 72 (par) con tre birdie e altrettanti bogey. Il montepremi è di un milione di euro.