AFP PHOTO / Jewel SAMAD /

Il presidente del Bayern Monaco, Ulrich Hoeness, ha criticato aspramente Mesut Ozil per il suo atteggiamento in campo dopo la brutta figura al Mondiale di Russia 2018

Dopo il Mondiale di Russia 2018, nel quale la Germania ha rimediato una figuraccia, con tanto di eliminazione ai gironi, sono stati in molti a puntare il dito contro Ozil. Il trequartista dell’Arsenal è stato criticato fortemente per il suo atteggiamento compassato in campo che a molti ha dato sui nervi. La foto con il presidente turco Erdogan è stata poi la goccia che ha fatto traboccare il vaso. L’ultimo a scagliarsi contro Ozil è stato il presidente del Bayern Monaco, Hoeness, che ha criticato duramente il trequartista ex Werder Brema giudicandolo addirittura ‘scarso’: “Mesut è un prodotto ben commercializzato, viene dipinto molto più forte di quanto non sia. L’unica grande accusa che rivolgo a Löw è che se fosse andato più spesso a Londra e lo avesse visto giocare più spesso dal vivo non lo avrebbe convocato per motivi tecnici. Caso Erdogan? Ci saremmo risparmiati tutto il teatrino. Fatta la foto la DFB doveva obbligare il giocatore a spiegarsi pubblicamente. Cercare di cavarsela senza chiarimenti forse è stato l’errore più grosso. Le prestazioni non sono state sufficienti, e mi riferisco anche ai tesserati del Bayern. Salvo solo Neuer”.