raikkonen
Photo4/LaPresse

Kimi Raikkonen sereno e positivo in conferenza stampa a Monza: le parole del ferrarista in vista del Gp d’Italia

L’attesa è finalmente terminata: è ufficialmente iniziato il weekend del Gp d’Italia e dopo lo spettacolo di ieri a Milano i piloti sono finalmente a Monza per incontrare i tifosi e la stampa e raccontare le sensazioni con le quali arrivano a questo nuovo appuntamento della stagione 2018 di F1.

raikkonen
Photo4/LaPresse

Non potevano di certo mancare in conferenza stampa i due ferraristi, che a Monza vivono sensazioni speciali per la gara di casa del loro team. Particolare attenzione su Kimi Raikkonen in vista del suo rinnovo di contratto con la Ferrari, che in tanti sognano possa essere annunciato proprio a Monza: “futuro? non lo so! ovviamente prima o poi di sicuro lo sapremo, probabilmente non ci si può aspettare nulla di nuovo qui, quello che ho imparato nel passato, vedremo, si assolutamente mi godo molto le gare,i weekend, il resto non tanto, ma fa parte del lavoro, io voglio gareggiare altrimenti non sarei qui oggi, quindi non vedo questo sparire all’improvviso, chi lo sa, potrà succedere ma non credo possa accadere adesso“, ha esordito il finlandese.

raikkonen
Photo4/LaPresse

La guida non cambia ovviamente, ma è il nostro Gp di casa e questo significa che abbiamo tanto sostegno e questo rende l’atmosfera molto diversa ma dal punto di vista della gara della guida pura è lo stesso lavoro che devi fare in qualsiasi altro circuito. E’ la gara di casa, molto importante per noi e per il team, è sicuramente speciale, lo senti subito appena si arriva, ieri l’esibizione di Milani è stata molto bella, speriamo di ottenere un bel risultato non solo per il team ma anche per i tifosi. Si è vero ma non mi è andata molto bene qui nel corso degli anni ma mi è sempre piaciuto venire qui perchè è un bellissimo circuito con tantissima storia, poi è vicino a casa, facile da raggiungere, ho fatto delle belle gare qui in realtà, non perfette, sono salito sul podio con la Ferrari una o due volte e credo che questi siano risultati positivi, sicuramente non quelli che vorremmo“, ha continuato Raikkonen.

raikkonen
Photo4/LaPresse

Ha tenuto banco il futuro del ferrarista che ha escluso un imminente ritiro: “io non penso di guidare in modo diverso rispetto a 10 anni fa, almeno a mio modo di vedere e questo per me è sufficiente, non sarei qui se non pensassi di guidare ad un livello sufficiente. Magari una mattina mi sveglierò e capirò che non sarò più in grado di essere veloce, ma non penso ci sia una tempistica, è una questione di sensazioni, magari la gente pensa che la velocità svanisca da un momento all’altro ma per ora non credo sia successo a me, non credo si possa fissare una data in cui tutto possa svanire“.

Photo4/LaPresse

Mentre sul weekend di gara e la competitività della Ferrari ha concluso: “il nostro obiettivo è quello di essere con entrambe le macchine davanti per poi vedere come si sviluppa la gara, sappiamo cosa sappiamo fare, cercheremo di competere l’uno con l’altro ma sempre nei limiti della correttezza reciproca quindi non ci sarà nulla di diverso in questa gara. Non credo ci sia una pressione ulteriore o maggiore rispetto al solito, vogliamo fare bene come team, non so se il nostro pacchetto sia il migliore, magari un weekend lo è e in quello successivo non lo è più, siamo molto vicini e sono i piccoli dettagli che stabiliscono chi è il migliore. alcune condizioni sono più adatte ad un team altre ad un altro team, parliamo di differenze piccolissime, noi possiamo solo fare del nostro meglio e vedere cosa accade quando domenica finisce la gara. Io non sono interessato a quelle che sono le sensazioni della Mercedes o a quello che dicono, noi facciamo il nostro lavoro cercando di fare il meglio possibile e migliorare per il futuro“.