daniel ricciardo
AFP PHOTO / ANDREJ ISAKOVIC

Daniel Ricciardo ha spiazzato tutti decidendo di non rinnovare con la Red Bull, prendendo in contropiede anche la stessa scuderia: il retroscena è firmato da Helmut Marko

Nelle sorse settimane, il mancato rinnovo di Daniel Ricciardo con la Red Bull ha sorpreso il mondo della F1. Il pilota australiano ha annunciato l’accordo con la Renault, cogliendo in contropiede anche i vertici della scuderia di Milton Keynes, ritrovatisi di colpo a dover pensare al futuro senza il loro pilota di punta. La sorpresa in casa Red Bull è spiegata perfetttamente dalle parole di Helmut Marko, ancora non in grado di spiegarsi il comportamento di Ricciardo che, inizialmente, aveva dato l’ok per il rinnovo. All’emittente austriaca Servus TV, Marko ha dichiarato: “non capisco Daniel, che si è comportato con noi in modo molto strano. Le trattative per il rinnovo non sono state facili, ma il mercoledì prima del Gran Premio d’Austria avevamo discusso per un paio di ore al termine delle quali avevamo raggiunto una base di accordo. Durante il fine settimana austriaco ne abbiamo parlato, riaprendo di nuovo le trattative. E in Ungheria aveva detto a mister Mateschitz e a me che era finalmente d’accordo su tutto, per cui avrebbe firmato durante i test che seguivano il Gp ungherese. Ma così non è stato! Mi ha richiamato solo il giovedì per dirmi che sarebbe andato alla Renault. Posso supporre che non creda nel progetto Honda o che la Renault gli abbia offerto un sacco di soldi. In futuro sarà difficile festeggiare una vittoria bevendo lo champagne dalla scarpa. Ha detto che aveva bisogno di cambiare. Posso capirlo, ma è un peccato perché è uno dei piloti più forti. I suoi sorpassi sono fantastici. Arrivano dal nulla e talvolta i suoi avversari non si rendono nemmeno conto di essere stati infilati“.

Ricciardo sarà sostituito da Gasly, sul quale Helmut Marko ha grandi aspettative: “Pierre è al suo secondo anno in F1 e, quindi, manca un po’ di esperienza ma la sua velocità pura, specialmente in qualifica, è molto vicina a quella di Max. Questo è uno dei suoi punti di forza. Ci aspettiamo che sia al livello di Ricciardo entro la metà della prossima stagione“.