lewis hamilton
Photo4/LaPresse

Hamilton chiude le qualifiche di Spa in prima posizione, ma Vettel è pronto a dare battaglia. Sorprendente la terza posizione di Ocon: le parole dei piloti post qualifiche del Gp di Belgio

Grande spettacolo nelle qualifiche per il Gp di Belgio. La pioggia a metà sessione ha scombinato i piani di diverse scuderie, regalando una griglia di partenza davvero inusuale. Certo non per i primi due posti. In pole position è finito Lewis Hamilton che ha chiuso davanti alla Ferrari di Vettel. Sorprendente invece il terzo posto di Ocon sulla Force India. Intervistato nel post qualifiche, Hamilton ha dichiarato: “sono state le qualifiche più difficili che ricordo, per tutto l’anno sarà sempre più dura. Non so se sicuramente loro avrebbero fatto la pole, perchè eravamo molto vicini e anche nel Q2 eravamo a mezzo decimo, speravo di poter fare quella piccola differenza. Sapevamo di essere molto vicini, loro erano velocissimi sul rettilineo. Poi è arrivata la pioggia, nessuno di noi aveva guidato sotto la pioggia nel weekend, quindi non riesco a spiegare quanto fosse difficile. Sono uscito in curva 1… cerchi un po’ di trovare i limiti in alcuni punti la pista è più bagnata che in altri, quindi sicuramente sono state le qualifiche più dure, anche se nelle ultime gare era molto bagnata la pista, ma era una circostanza diversa perchè devi trovare più aderenza con le gomme da bagnato. Qui è stato più difficile ancora, sono uscito due volte dalla pista e sono contento di aver messo le cose insieme per l’ultimo tentativo. Lotta per il campionato sempre più aperta? È doloroso! (ride) Ma è anche il bello di questo sport, tiene tutti sull’attenti. È fantastico vedere tutte queste persone a Spa, una pista incredibile, è fantastico guidare qui, sono grato al team per avermi dato l’opportunità di poter guidare qui“.

Soddisfatto anche Vettel, nonostante la pioggia: “potevo dare di più non abbiamo avuto un tempismo perfetto, però in queste condizioni può succedere di tutto, avevamo il passo per la pole ma non lo sapremo mai. In Q3 c’è stata una condizione diversa, il gap era grande, tanti meriti a Lewis per la pole ma domani possiamo fare una grande gara. C’è stata confusione. Quando all’improvviso piove così, il team deve gestire due macchine. Kimi ovviamente si è precipitato per cercare di tornare fuori e adesso, guardate, c’è il sole e la pista è asciutta. Anch’io non sapevo cosa fare, c’è stato un po’ di traffico, la pista si stava asgiugando, volevo risparmiare le gomme, ho trovato traffico con Esteban Ocon davanti e sai che ogni giro può essere decisivo, però sai anche che il giro migliore dovrebbe essere alla fine se la pista continua ad asciugarsi. Forse alla fine non sono riuscito a mantenere tutta la calma necessaria in macchina ma il secondo posto non è male“.

Felicissimo per il suo terzo posto Esteban Ocon: “è fantastico essere al terzo posto dopo un periodo così difficile all’interno del team. È una nuova ripartenza, non ce lo aspettavamo ma i ragazzi hanno fatto un lavoro fantastico, sono emozionato anche nel parlare. Abbiamo cambiato le gomme molto rapidamente, siamo riusciti ad uscire nel momento giusto, ho fatto un giro pulito, mi sono portato a casa il terzo posto e speriamo di ripeterci domani“.