Photo4/LaPresse

Il pilota campione del mondo ha ammesso come le vittorie ottenuta prima di Spa siano stati quasi un ‘bluff’

La crescita esponenziale avuta dalla Ferrari mette apprensione alla Mercedes, sempre al comando di entrambe le classifiche ma costretta ad inseguire dal punto di vista delle prestazioni.

F1 Ferrari Vettel vittoria Gp Belgio
Photo4/LaPresse

La vittoria di Vettel in Belgio ha messo spalle al muro Lewis Hamilton, costretto a rispondere già dalla gara di Monza per evitare che il gap dal tedesco continui ad accorciarsi. Il momento non è di certo propizio per il campione del mondo, nonostante i successi arrivati prima della sosta: “se non avessimo avuto la pioggia in Germania non avremmo vinto, avrebbe vinto Vettel. Se non avesse piovuto in Ungheria, Sebastian avrebbe vinto. E ovviamente, ha vinto anche in Belgio. Ogni volta mi chiedono chi sarà il favorito, se noi o la Ferrari. Hanno avuto la ‘mano più forte’ rispetto a noi per un po’ di tempo. Il pendolo ha oscillato un po’ nelle ultime due gare, abbiamo ‘giocato’ meglio con le carte che avevamo, anche se loro le avevano migliori. Abbiamo quasi teso un bluff. Lo puoi fare solo un certo numero di volte, se giochi con un mazzo di carte, puoi bluffare solo qualche volta prima che il tuo avversario se ne accorga. Abbiamo un po’ di prestazione in arrivo, ma di sicuro la avranno anche loro”.