Tutto pronto per la quarta edizione del concorso ippico di salto ostacoli programmato allo Stadio dei Marmi Pietro Mennea dal 6 al 9 settembre

E’ ufficialmente partito il conto alla rovescia per la quarta edizione del Longines Global Champions Tour Roma, concorso ippico di salto ostacoli programmato allo Stadio dei Marmi Pietro Mennea dal 6 al 9 settembre. Due gli internazionali: un CSI 2 e un CSI 5. Ventotto le nazioni, provenienti da 4 continenti, che scenderanno in campo nelle 4 giornate di gara. L’evento, tappa numero 15 di un circuito riconosciuto da 13 anni, in tutto il mondo, come la Formula 1 del salto ostacoli, raccoglie il percorso sportivo segnato da Città del Messico, Miami Beach, Shanghai, Madrid, Amburgo, Ramatuelle-Saint Tropez, Cannes, Cascais Estoril, Monaco, Parigi, Chantilly, Berlino, Londra e Valkenswaard.

Queste le arene che hanno messo nero su bianco una ranking che vede al comando il fuoriclasse britannico Ben Maher -con 270 punti- seguito dal cavaliere orange Harrie Smolders (numero 1 nella ranking mondiale e protagonista del circuito LGCT 2017) – che di punti ne ha 234 – e dal nostro Alberto Zorzi (233). Alla tappa capitolina spetta il compito di ospitare la penultima sfida LGCT, prima dell’atto finale di Doha (8-10 novembre); motivo per cui il Foro Italico resta in attesa dei primi 10 della graduatoria generale del circuito e dei top riders, in sfida per un montepremi totale di 600.000 euro. Gara clou, il Longines Global Champions Tour Grand Prix (1.60m), con 300.000 euro di montepremi: l’appuntamento è fissato per sabato 8 alle ore 16.30. Presente all’appello, il leader assoluto Ben Maher. Il vincitore si assicurerà la partecipazione al LGCT Super Grand Prix di Praga (Repubblica Ceca, 13-16 dicembre). Per lui, l’occasione di un ennesimo confronto, che vedrà scendere in campo tutti i vincitori delle 16 tappe 2018. Sedici Big tra i Big del salto ostacoli, per un ultimo ciak, nell’arena di Praga, che si tradurrà in 1 milione 250mila euro di montepremi. (ADNKRONOS)