Genesio
AFP/LaPresse

La Uefa ha deciso di sanzionare il Lione per i disordini creati dai propri tifosi durante il match con il Cska della scorsa edizione dell’Europa League

L’Olympique Lione giocherà a porte chiuse la prima partita casalinga della prossima Champions League. La Uefa lo ha annunciato oggi come sanzione per gli incidenti che si sono verificati nell’ultima partita di Europa League. L’organo di governo del calcio europeo ha accusato i tifosi del Lione del lancio di oggetti e articoli pirotecnici; disturbi sugli spalti; comportamento razzista; e blocco delle scale di uscita.

I disordini si sono verificati il 15 marzo durante una partita contro il Cska Mosca in Europa League. Inoltre, il club francese dovrà pagare una multa di 100.000 euro e avrà una seconda gara a porte chiuse come sanzione in caso di analogo comportamento da parte dei tifosi. Il Lione saprà quali saranno i suoi rivali nella fase a gironi della Champions League giovedì, quando si svolgerà il sorteggio a Monaco. (ADNKRONOS)