dazn
James Rushton CEO DAZN

Dazn al centro di diverse critiche per il servizio che non sta garantendo stabilità durante la visione delle gare di serie A e B

“Siamo soddisfatti per l’apertura dei procedimenti e restiamo in attesa che l’iter faccia il suo corso. Da subito però i tifosi hanno il diritto di vedere le partite. In vista della terza giornata di campionato, riteniamo che Dazn debba risolvere le limitazioni tecniche della fruizione televisiva e mantenere la promessa del primo mese gratuito. Per le prime due giornate di campionato i consumatori hanno fatto da tester e non hanno potuto vedere le partite: Dazn deve quindi garantire un mese extra gratis per tutti gli abbonati”. Sono le parole di Ivo Tarantino, Responsabile relazioni esterne di Altroconsumo, dopo che l’Antitrust ha aperto due procedimenti contro Dazn e Sky per pratiche commerciali scorrette e possibili violazioni dei diritti dei consumatori. “L’Agcm vuole vederci chiaro: contestate le modalità con cui Sky ha commercializzato la nuova stagione di serie A – riducendo l’offerta e quindi aumentando i prezzi – e ha comunicato ai vecchi clienti le variazioni del pacchetto calcio. Per Dazn oggetto di attenzione la modalità di sottoscrizione e del cosiddetto del mese gratuito, per possibili profili di ingannevolezza, e la promessa del calcio ‘quando vuoi, dove vuoi” dati i problemi tecnici di fruizione'”, prosegue la nota di Altroconsumo. “L’avvio delle due istruttorie dimostra quello che Altroconsumo sostiene da mesi, con l’adesione di migliaia di consumatori a questa battaglia: il doppio abbonamento è un abuso, è mancanza di trasparenza e di rispetto dei diritti dei consumatori. Intanto non si placano le polemiche sulla pessima qualità dello streaming di Dazn e sui costi del doppio abbonamento per guardare tutte le partite”, conclude l’associazione. (Red-Spr/AdnKronos)