LaPresse/REUTERS

Quante stelle al Meeting Internazionale Città di Padova: Coleman-Powell nei 100, Lasitskene e Dibaba 

Tante stelle per il 32esimo Meeting internazionale “Città di Padova” in programma domenica 2 settembre. Dopo 25 anni, l’evento organizzato dall’Assindustria Sport torna nel rinnovato stadio Colbachini, da cui mancava dal 1993: otto corsie azzurre e nuove tribune con 4.500 posti a sedere hanno dato un nuovo volto all’impianto che sarà ufficialmente inaugurato domenica con il taglio del nastro prima del via delle gare. Nel cast spicca la presenza della russa Mariya Lasitskene, due volte campionessa iridata all’aperto e recente medaglia d’oro agli Europei di Berlino nell’alto, un anno dopo la vittoria del 2017. A sfidarla ci sarà il trio di azzurre Elena Vallortigara, seconda italiana di sempre nella specialità grazie al 2,02 di Londra del 22 luglio, il bronzo mondiale indoor Alessia Trost e Desirée Rossit. Annunciata anche l’ucraina vice campionessa del mondo a Londra 2017 Yuliya Levchenko. Piatto forte anche nei 100. A Padova sfreccerà il primatista mondiale e campione iridato dei 60 indoor Christian Coleman, già capace di scendere nei 100 a 9.82 nel 2017 e di conquistare l’argento mondiale di Londra. Tra gli avversari del 22enne statunitense ci sarà il connazionale Mike Rodgers (9.89 nel 2018), l’eterno giamaicano Asafa Powell e l’ivoriano Arthur Cissé. I colori azzurri saranno rappresentati da Marcell Jacobs, sceso a 10.08 il 23 maggio a Savona. Nel programma è stato aggiunta in extremis la gara del miglio femminile, per la prima volta è di scena a Padova. A tentare l’assalto al grande risultato è Genzebe Dibaba, l’etiope che già detiene sette record del mondo e che ha chiesto agli organizzatori di partecipare per cercare di stabilire il primato del mondo: il 4:12.56 della russa Svetlana Masterkova risale al 1996, un record avvicinato proprio dalla Dibaba due anni fa a Rovereto con 4:14.30. TV –Il Meeting internazionale “Città di Padova” sarà trasmesso in diretta su Rai Sport dalle 20 alle 22.