Anne Wafula Strike
LaPresse/PA

Anne Wafula Strike dimenticata sul volo Ryanair dall’assistenza per le persone disabili: la denuncia dell’atleta kenyota su Twitter

Al ritorno dagli Europei di Berlino, Anne Wafula Strike ha vissuto una brutta disavventura. La paratleta è rimasta bloccata per un lungo lasso di tempo su un aereo all’aeroporto londinese di Stansted. La kenyota ha atteso più del dovuto l’assistenza che avrebbe dovuto aiutarla a scendere dal volo Ryanair su cui aveva appena viaggiato, ma l’addetto pare si sia dimenticato di lei. La denuncia di Anne Wafula Strike arriva direttamente su Twitter. Sul social network l’atleta paralimpica scrive postando la foto dell’aereo vuoto: “ la scorsa notte all’aeroporto di Stansted per lungo tempo si è dimenticato di me. Per scendere avevo bisogno dell’assistenza che ho prenotato con settimane in anticipo… ho dovuto aspettare per i bagagli più a lungo del volo”. 

Come si legge sul ‘The Guardian’, una portavoce dell’aeroporto ha risposto al racconto della sportiva. “Siamo spiacenti per l’esperienza di Anne a Stansted. – ha riferito – Stiamo analizzando il modo in cui si è venuta a creare questa situazione e abbiamo chiesto alla società incaricata di occuparsi dei passeggeri a mobilità ridotta di fornire una spiegazione completa”.