Playoff Serie B, variazioni al calendario delle gare che non andranno in scena in questo weekend a causa del dibattimento sul caso Bari
LaPresse/Donato Fasano

Il proprietario del Leeds ha deciso di non accollarsi l’aumento di capitale obbligatorio per salvare il club, adesso la palla passa in mano a Giancaspro

Si mette male per il Bari, Andrea Radrizzani infatti si è tirato indietro nella trattativa per rilevare la società biancorossa e adesso si fa sempre più reale l’addio alla serie B. Il proprietario del Leeds era entrato in campo per versare il 70% dei 4 milioni e 591 mila euro necessari per ripianare i debiti del club ed evitare la seconda bocciatura della Covisoc.

Credits: Instagram @fotodelbari

Tramite un comunicato però, Radrizzani ha fatto un passo indietro: “Negli ultimi giorni abbiamo valutato attentamente la possibilità di investire nel AS Bari insieme ad altri partners e investitori locali. Purtroppo il poco tempo disponibile per eseguire una due diligence dettagliata e approfondita consona ad una operazione con un alto profilo di rischio ci costringono a malincuore ad abbandonare questa idea e sfida. Auguriamo che la società possa essere salvata e restiamo disponibili a valutare future collaborazioni e investimenti“. Al momento l’unica speranza per evitare l’addio alla serie B per il Bari è la ricapitalizzazione di Giancaspro, ma la deadline è fissata per le 19 di oggi e, lo spettro del fallimento, si fa via via sempre più reale.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE