Fabio Ferrari/LaPresse

Mondiali Russia 2018, la Francia ha vinto la competizione con alcuni giovani di belle speranze che porteranno i colori francesi in alto a lungo

La Francia alza la coppa del mondo al cielo allo stadio Luzhniki di Mosca 20 anni dopo la prima volta: la magica notte del 3-0 allo Stade de France contro il Brasile in cui i transalpini si laurearono per la prima volta nella loro storia campioni del mondo; da Francia 1998 ad oggi per i transalpini 5 finali internazionali. Dopo il bel calcio delle Nazionali di Just Fontaine (Svezia ’58 ndr) e Michel Platini (negli anni ’80) la Francia nel mondiale di casa nel 1998 riesce per la prima volta ad alzare la coppa del mondo. Grande protagonista di quel mondiale fu Zinedine Zidane, figlio di emigrati algerini, assieme a una formazione formata da grandi campioni: da Thierry Henry ad Emmanuel Petit, da Youri Djorkaeff a Lilian Thuram, passando per Fabien Barthez e l’attuale ct Didier Deschamps. In finale ‘re’ Zidane mette il suo sigillo con 2 dei 3 gol con cui i transalpini travolgono il Brasile allo Stade de France. Due anni più tardi agli Europei di Belgio e Olanda i ‘blues’ mettono a segno il double superando in finale a Rotterdam l’Italia 2-1: decisivi i gol nel recupero di Wiltord e nei supplementari il golden gol di David Trezeguet.

AFP/LaPresse

Il ciclo vincente della Francia si chiude bruscamente nel 2002 nel mondiale di Corea e Giappone dove i transalpini vengono eliminati nella fase a gironi. Due anni dopo un’altra delusione, l’eliminazione ai quarti per mano della Grecia agli Europei. Inizia l’era del ct Domenech. La coppa del mondo del 2006 in Germania vede la Nazionale transalpina partire senza i favori del pronostico ma la classe di Zidane trascina i blues fino alla finale contro l’Italia dove ‘Zizou’ perde la testa e per un fallo su Materazzi si fa espellere: la festa è per gli azzurri che alzano la coppa al cielo a Berlino dopo la lotteria dei rigori. La quarta finale dei francesi arriva 10 anni più tardi. Negli Europei di Francia i padroni di casa arrivano alla finalissima dello Stade de France dove sono però costretti a cedere il passo alla sorpresa Portogallo: a condannare gli uomini di Deschamps un gol di Eder. (Int/AdnKronos)

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE